Marcelliano Marcello

NOTE BIOGRAFICHE DI MARCELLIANO MARCELLO

 

Michele Marco Marcelliano Marcello nasce a San Giovanni Lupatoto il 7 marzo 1818.

Il giovane Marcello mostra passione e talento per la musica e la poesia; la famiglia asseconda il genio del figlio e lo manda a Novara a studiare musica presso il M° Saverio Mercadante (musicista di fama internazionale). Marcello segue il suo maestro da Novara a Napoli. Il Nostro approfondisce i suoi studi musicali che lo porteranno ad avere attenzione tanto per il canto e la composizione, quanto per il libretto.

Nel 1848 si trasferisce a Torino, dove vive dando lezioni di canto e pianoforte. In questa città fonda nel 1854 il giornale “Il Trovatore” (il nome in omaggio all’opera di Verdi composta l’anno precedente): la rinomata rivista pubblica spartiti inediti, tra i quali anche alcuni del Marcello; ma l’attività del nostro Autore è sempre più rivolta alla composizione di liriche per romanze e alla stesura di libretti d’opera.

Nel 1859 Marcelliano Marcello si trasferisce a Milano, qui collabora con la “Rivista Contemporanea” e si dedica definitivamente al librettismo e alla traduzione di opere di autori stranieri.

Muore nel pieno dell’età matura e della sua opera di traduttore a Milano, il 23 luglio 1865.

Fin qui le note biografiche rinvenibili nei pochi documenti ufficiali a noi giunti. Altre notizie circa l’uomo Marcelliano Marcello sono desumibili dagli scritti di alcuni suoi contemporanei. Fu uomo di talento che coltivò e approfondì con i suoi studi giovanili e con la sua frequentazione di artisti suoi contemporanei in età adulta. Consapevole del suo stile, non si fece influenzare dai grandi cambiamenti artistici in campo musicale che si stavano imponendo in quel periodo (forse fu per questo motivo che pubblicò assai poche delle sue composizioni musicali). Sembra invece non essere rimasto insensibile ai forti mutamenti politici dell’epoca: fu amico di attivisti patrioti, simpatizzante (di certo) e sostenitore (forse) della causa risorgimentale, certamente visse direttamente gli avvenimenti della storia italiana dei cruciali decenni dell’ottocento.

Noto come musicista e librettista, Marcelliano Marcello si dedicò con entusiasmo alla composizione di poesie e liriche e alla traduzione di libretti di opere di artisti stranieri. La produzione artistica finora conosciuta di Marcelliano Marcello conta 15 composizioni musicali originali, una cinquantina di libretti per melodrammi, circa 80 liriche per romanze, arie e canzoni (musicate da autori suoi contemporanei, alcuni illustri, come Ponchielli, Pedrotti, Bottagisio e lo stesso suo maestro Mercadante) e la traduzione di 13 opere di autori come J. Meyerbeer e C. Gounod.

La storia ha lasciato poche tracce di questo nostro concittadino, eppure una lettura attenta della sua biografia e del suo catalogo ci mostra un artista eclettico, che ha messo a disposizione dei suoi contemporanei il suo talento…

…e di riflesso anche a noi.

 

editing by Elena Montorio

Ecco qui una vera chicca,

per la quale ringraziamo il nostro corista Fabrizio Ferronato,

che ha scovato un libretto originale

della commedia "TUTTI IN MASCHERA"

di M.M.Marcello

P.I. 03332210230